0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

Sala StampaIn Armenia è successa una cosa grossa

In Armenia è successa una cosa grossa

-

Dopo giorni di grandi proteste, il primo ministro armeno, accusato di aver trasformato il paese in uno stato autoritario con la riforma del 2015, ha presentato oggi le proprie dimissioni. Le manifestazioni, pacifiche e organizzate prevalentemente dal basso, sono scoppiate all’indomani della candidatura del già presidente e ministro Serzh Sargsyan come nuovo capo del governo.
La crisi armena, che rappresenta uno dei rari casi di proteste di massa di successo nelle ex repubbliche sovietiche, porterà con sé delle conseguenze in termini di relazioni tra Russia, Turchia e Occidente.

LEGGI L’ARTICOLO

Corsi Online

Articoli Correlati

Biden the Realist

President Joe Biden was supposed to return U.S. foreign policy to its pre-Trump path. A septuagenarian with a half...

Insurgency is easier than governing: the future of the taliban in Afghanistan

With the fall of President Ashraf Ghani’s government and the withdrawal of U.S. and NATO forces, most of Afghanistan...

Biden, tornando a casa

Il ritiro dall'Afghanistan degli Stati Uniti e i timori di Ucraina e Taiwan, di essere lasciate sole davanti all'influenza...

Afghanistan Hasn’t Damaged U.S. Credibility

As predictable as the sunrise, a chorus of reflexive hard-liners, opportunistic foreign adversaries, and even some usually sensible commentators...