0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

TematicheMedio Oriente e Nord AfricaIsis, Isil, Is o Daesh? Questi i termini per...

Isis, Isil, Is o Daesh? Questi i termini per definire i miliziani: quali sono le differenze?

-

Isis, Isil, Daesh o Stato Islamico. Tutto il mondo civilizzato è unito per combatterlo ma tutti  – in particolar modo i media – lo chiamano in modo diverso. Perfino Obama e il Segretario di Stato americano Kerry usano due definizioni diverse. Se aveva ragione Eraclito a pensare che il “logos” fosse l’essenza delle cose allora, forse, dovremmo metterci d’accordo. Da cosa nasce, quindi, questa confusione?

L’organizzazione terroristica di Al Zarqawi era stata fondata nel 1999 con il nome Jama’at al Tawhid wa al Jihad ma già nel 2004 – aderendo ad Al Qaeda – aveva cambiato nome. Unita ad altri gruppi si trasformò poi in Stato Islamico dell’Iraq e nel 2013 – espandendosi in Siria – aggiunse la sigla wash Sham (Levante o Grande Siria) da cui nacque quindi l’acronimo Daesh.

Cosa successe dopo? La proclamazione del Califfato volta ad affermare lo Stato Islamico come rappresentante di tutti i musulmani  ha portato al successivo cambio di nome, eliminando così i riferimenti geografici all’Iraq e alla Siria e trasformandosi in Dawlah al Islamiyah. Tutti questi continui cambiamenti hanno generato confusione anche perché le milizie del Califfato, in questi ultimi mesi, hanno vinto e perso diverse battaglie espandendosi e ritirandosi in un territorio che oggi fatichiamo ancora a circoscrivere con certezza.

Oltre a tutto questo vi è però anche un motivo “politico”, Isil vuol dire Stato Islamico dell’Iraq e del Levante, Isis significa Stato Islamico dell’Iraq e della Siria e non vanno bene perché danno al gruppo terroristico un riconoscimento internazionale, peggio Is (Stato Islamico) poiché nell’acronimo vi è la legittimazione di stato islamico globale. Quale nome usare? Molti giornali, sia italiani sia internazionali, stanno iniziando a “imporre” con fatica Daesh. Già ma perché Daesh?

La risposta è semplice, Daesh significa letteralmente Stato Islamico dell’Iraq e del Levante ma è considerato derogatorio dai suoi membri perché in arabo suona come due parole che significano “colui che semina discordia o schiaccia col piede”. Insomma a loro non piace, quindi usiamo questo.

Corsi Online

Articoli Correlati

300 giorni dal cessate il fuoco: la ricostruzione del Karabakh e il ruolo dell’Italia

Nei trecento giorni trascorsi dalla firma del cessate il fuoco tra Armenia e Azerbaigian dopo la guerra dei 44...

China, Afghanistan and the Taliban: A New Deal in the offing?

There are two good reasons why an Afghan government headed by the Taliban and close to China is also...

La Cina e le Olimpiadi: la strategia olimpica di Pechino

Lo scorso 8 agosto 2021 si è svolta la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Tokyo 2020, che ha...

Se non ora, quando? Verso una svolta nella politica commerciale europea

Nel corso dei prossimi mesi la politica commerciale comune dell’Unione Europea potrebbe subire un’importante sterzata in direzione parzialmente protezionistica....