0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

Sala StampaPerché la Repubblica Ceca si è “ribellata” alla Cina

Perché la Repubblica Ceca si è “ribellata” alla Cina

-

Un “atto di tradimento internazionale”, una “aperta provocazione”, un gesto di sfida che non passerà certo inosservato. Quando Milos Vystrcil, presidente del Senato della Repubblica Ceca, ha incontrato a Taipei il presidente taiwanese, Tsai Ing Wen, la Cina non credeva ai propri occhi. Impossibile che Praga abbia osato tanto: mandare un alto funzionario in visita ufficiale nella “provincia ribelle” di Taiwan e fare asse con gli indipendentisti dell’isola, elogiando la democrazia in barba al principio di “una sola Cina” sbandierato da Pechino.

LEGGI L’ARTICOLO:

Corsi Online

Articoli Correlati

Biden the Realist

President Joe Biden was supposed to return U.S. foreign policy to its pre-Trump path. A septuagenarian with a half...

Insurgency is easier than governing: the future of the taliban in Afghanistan

With the fall of President Ashraf Ghani’s government and the withdrawal of U.S. and NATO forces, most of Afghanistan...

Biden, tornando a casa

Il ritiro dall'Afghanistan degli Stati Uniti e i timori di Ucraina e Taiwan, di essere lasciate sole davanti all'influenza...

Afghanistan Hasn’t Damaged U.S. Credibility

As predictable as the sunrise, a chorus of reflexive hard-liners, opportunistic foreign adversaries, and even some usually sensible commentators...