0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

Sala Stampa#VersoleelezioniUE - Elezioni europee: il Ppe, Fidesz e i...

#VersoleelezioniUE – Elezioni europee: il Ppe, Fidesz e i rischi per la democrazia

-

Vi è uno spettro che si aggira nell’Unione europea: l’indebolimento della democrazia rappresentativa in alcuni Stati membri. A guidare questo emergente gruppo di Paesi, collocati soprattutto nell’Est Europa, è il premier ungherese Viktor Orbán. È lui che predica apertamente la nascita della “democrazia illiberale”, espressione che a prima vista sembra un ossimoro, ma che di fatto si concretizza in un regime nazionalista, autoritario e razzista (sia anti-semita che anti-islamico, tanto per non fare sconti a nessuno).

Per abbellire questa involuzione democratica, Orbán si propone come combattente europeo in nome della cristianità, neanche fossimo ai tempi delle crociate. Ma proprio questa sua vantata cristianità ha permesso fino a qualche giorno fa al suo partito Fidesz di essere membro a pieno titolo del Partito popolare europeo (Ppe), la maggiore coalizione di forze moderate e cristiane del Parlamento europeo.

LEGGI L’ARTICOLO 

Corsi Online

Articoli Correlati

Biden the Realist

President Joe Biden was supposed to return U.S. foreign policy to its pre-Trump path. A septuagenarian with a half...

Insurgency is easier than governing: the future of the taliban in Afghanistan

With the fall of President Ashraf Ghani’s government and the withdrawal of U.S. and NATO forces, most of Afghanistan...

Biden, tornando a casa

Il ritiro dall'Afghanistan degli Stati Uniti e i timori di Ucraina e Taiwan, di essere lasciate sole davanti all'influenza...

Afghanistan Hasn’t Damaged U.S. Credibility

As predictable as the sunrise, a chorus of reflexive hard-liners, opportunistic foreign adversaries, and even some usually sensible commentators...